COSA NON DEVE MAI MANCARE NELLO ZAINO…

Oltre a capi di abbigliamento adeguati alla stagione e all’escursione ed ad una congrua scorta d’acqua e di viveri, portate con voi:

  • fischietto (meglio senza la pallina) rappresenta il miglior mezzo per segnalare la propria posizione quando occorre chiedere soccorso – trovi i segnali da utilizzare nella pagina dedicata al soccorso.
  • telo termico è indispensabile quando qualcuno si fa male, può impedire lo shock termico; utile come coperta in caso di bivacco forzato.
  • coltellino multiuso meglio se fornito di qualche accessorio.
  • lampada frontale con pile di ricambio indispensabile se, per qualche imprevisto, si viene colti dall’oscurità. Utile anche per segnalare la vostra posizione.
  • accendino per accendere un fuoco o per sterilizzare un ago prima di togliere una scheggia.
  • cordino e moschettone 4/5 m di cordino di diam. 3 mm per sostituire un laccio di uno scarpone o per legare qualcosa o per costruire un riparo col telo impermeabile; 3,5 m di cordino di diam. 8 mm assieme ad un moschettone possono aiutare a superare un tratto esposto attrezzato.
  • notes e matita attenzione la matita funziona sempre, la biro, col freddo, no.
  • ago e filo per piccole riparazioni sartoriali, inoltre con l’ago si tolgono schegge e spine.
  • sacchetti di plastica utili per preservare dall’umidità indumenti e cibi riposti nello zaino.
  • coprizaino impermeabile, ombrello e/o poncho indispensabili per impedire di esporre alla pioggia voi stessi e il contenuto del sacco da montagna.

… E QUALE DEVE ESSERE LA DOTAZIONE SANITARIA ESSENZIALE DEL KIT DI PRONTO SOCCORSO

  • cerotti telati
  • cerotti medicati di varie misure
  • garze sterili
  • benda orlata (altezza almeno 7 cm)
  • fascia elastica
  • disinfettante
  • pomata o polvere cicatrizzante (es.: cicatrene)
  • laccio emostatico
  • pinzetta, forbicine e spille da balia
  • pinzetta specifica per togliere le zecche
  • analgesici comuni
  • collirio