Il 23 Marzo 1883 nasce la Societa' degli Alpinisti Triestini, la quale qualche anno piu' tardi assumera' il nome di Societa' Alpina delle Giulie. L'idea di fondarla e' di due studenti del ginnasio comunale: Oddone Zenatti e Antonio Marcovich. Le motivazioni che daranno l'impulso e il sostegno del partito liberal-nazionale alla nascita della societa' sono due: promuovere la conoscenza e l'esplorazione dell'ambiente della montagna e le spinte liberal-nazionali che a quel tempo animavano l'ambiente cittadino. Le prime riunioni per studiare lo statuto e dare forma alla societa' si tengono nella sede della Societa' operaia, una delle espressioni del cooperativismo mazziniano. Alle riunioni per fondare l'Alpina oltre agli studenti promotori sono presenti Giuseppe Caprin, Felice Venezian, Antonio Vidacovich ed Edgardo Rascovich.

Il 23 Marzo 1883 il comitato promotore chiama a congresso amici e simpatizzanti. Dalla Luogotenenza era gia' stato ottenuta la certificazione legale della costituzione della societa'. Alla riunione sono presenti 98 alpinisti. Venticinque vengono da Gorizia. E il numero degli isontini crescera' tanto che nemmeno quattro mesi dopo - il 6 luglio dello stesso anno - verra' fondata proprio a Gorizia una sezione dell'Alpina.
Il primo consiglio direttivo si riunisce immediatamente dopo l'assemblea. Lo presiede Lorenzo de Reja, vicepresidente e' Giulio Grablovitz, cassiere Giuseppe Paolina, economo Edoardo Visintini, segretario Emanuele Morpurgo.

Cronistoria della societa' dalla sua fondazione ai giorni nostri

DataEvento
23 mar 1883 Viene costituita la Societa' degli Alpinisti Triestini  che comprende circa un centinaio di soci tra Trieste e Gorizia
6 lug 1883 Al congresso straordinario viene deliberato di istituire una sottosezione a Gorizia
8 feb 1886 Modifica allo statuto e al nome del sodalizio che viene mutato in Societa' Alpina delle Giulie
23 nov 1890 Inaugurazione della vedetta di Opicina
1894 Eugenio Boegan entra a far parte della Commissione Grotte
7 mag 1884 Convegno di S. Canziano ed esplorazione della Caverna di Trebiciano
1885 Pubblicazione primo volume di "Atti e Memorie"
1887 Viene affittata dal Comune di Corgnale (Lokev) la grotta omonima
giugno 1892 Prova di tracciamento del percorso sotterraneo dell fiume Reka (Timavo superiore) dagli inghiottitoi di S. Canziano alle sorgenti di Aurisina.
1895 Nasce la "squadra volante" capitanata da Napoleone Cozzi
giugno 1897 Inaugurazione della vedetta Alice
18 apr 1896 Prima uscita della pubblicazione "Alpi Giulie"
29 mar 1901 Congresso generale ordinario
30 gen 1903 Al XXI congresso ordinario vengono apportate modifiche allo statuto
1 gen 1907 Viene superato il numero di 500 soci
1914 - 1918 Interruzione dell'attivita' a causa del I° conflitto modiale
dic 1918 Ricostituzione della Societa' Alpina delle Giulie
12 dic 1919 Congresso straordinario nel quale viene deliberata l'aggregazione della Societa' Alpina delle Giulie al Club Alpino Italiano
12 gen 1921 II° congresso ordinario della Sezione di Trieste del C.A.I.
10 feb 1921 Costituzione in seno alla Sezione dello Sci Club Trieste
1 dic 1922 Acquisto della Grotta Gigante
23 mar 1923 40° anniversario di vita della SAG
6 mag 1923 Riapertura e celebrazione solenne alle Grotte di S. Canziano (Skocjanske Jame)
19 otto 1924 Inaugurazione del Rif. Pellarini sul Jôf Fuart
14 giu 1925 Inaugurazione del Rif. Guido Corsi sul Jôf Fuart
12 giu 1927 Inaugurazione del Rifugio Attilio Grego a Sella Sompdogna e del Rif. Carlo Stuparich al Montasio
1929 Fondazione della Scuola di roccia in Val Rosandra, che verra' intitolata a E. Comici
9 ott 1929 Costituzione del Gruppo Alpinisti Rocciatori Sciatori (G.A.R.S.)
30 ott 1932 Inaugurazione del Rifugio Dario Mazzeni nell'Alta Spragna
1938 La XXX Ottobre entra a far parte della SAG come sottosezione. Dopo la fine della guerra in base ad una convenzione la XXX Ottobre si stacca dall'alpina divenendo sezione autonoma.
1947 Costituzione del Gruppo Sci CAI Trieste
1956 Costituzione del gruppo di Alpinismo Giovanile "U. Pacifico"
1964 Fondazione della Scuola di Speleologia "Carlo Finocchiaro"
giu-lug 1966 1a spedizione extraeuropea del GARS, al Cilo-Dag nel Kurdistan centrale
30 dic 1969 Nell’Abisso Michele Gortani (Canin) una squadra della Commissione Grotte raggiunge la profondità di - 889 m (rercord italiano di allora)
13 gen 1972 Enzo Cozzolino (XXX ottobre) e Flavio Ghio (GARS) aprono la difficile "via dei Fachiri" alla cima Scotoni
1973 Spedizione del GARS in Groenlandia
dicembre 1979 Fondazione della Scuola di sci-alpinismo "Citta' di Trieste"
1982 Viene fondato il Gruppo Corale della SAG
1983 Centenario della SAG e tentativo alla cima del Cho Oyu (Himalaya)
1990 Si costituisce il Gruppo Tutela Ambiente Montano
1995 Costituzione del CIM - SAG - Gruppo Corsa in Montagna
1996 Si costituisce il Gruppo Ricerche e Studi sulla Grande Guerra
22 set 1996 Inaugurazione del ricostruito Rifugio Luigi Pellarini alla sella Carnizza di Camporosso (1499 m), nelle Alpi Giulie occidentali
27 ott 1996 Inaugurazione del Sentiero Carlo Finocchiaro, che collega il fondo della Grotta Gigante con l’Ingresso Alto
14 apr 1998 Inaugurazione della sede sociale di via di Donota 2, sede di proprietà della Società Alpina delle Giulie
7 ott 1998 Costituzione del Gruppo Cavità Artificiali
21 nov 1999 Raggiunto dagli speleologi della Commissione Grotte il corso sotterraneo del Fiume Timavo a - 298 m nella Grotta Meravigliosa Lazzaro Jerko, 158 anni dopo l’impresa di A. F. Lindner nella Grotta di Trebiciano
3 dic 2005 Inaugurazione del nuovo centro visitatori della Grotta Gigante

 

Storia della ubicazione delle sedi

La prima sede che ha ospitato la societa' si trovava in via Torrebianca 26 (a quel tempo Via Carintia). Nel 1885 il recapito dell'alpina si sposta in via Barriera Vecchia 4, oggi Corso Saba. Dal 1887 al 1894 la sede e' in via delle Poste 20, l'attuale via Roma. Nuovo traslocco nel 1895, la societa' di sposta in via delle Legna 6, oggi via Giacinto Gallina e vi rimane fino al 1900 quando passa in Piazza Vecchia, nel palazzo Marenzi. Nel 1907 traslocco in via Ponterosso 5. Dal 1912 al 1915 la sede e' in via Rossini 50. Nel 1919, all'atto della ricostituzione, l'Alpina ha il suo recapito ai Portici di Chiozza. Nel 1927 si sposta di nuovo in Riva 3 Novembre 1. Dal 1936 al 1960 in via Milano 2. Nel 1960 si passa in piazza dell'Unita' d'Italia 3. Nel 1984 la sede diventa via Machiavelli 17. Nel 1998 la sede cambia nuovamente e passa in Via di Donota 2.

 

CONCORSO FOTOGRAFICO
LE MONTAGNE DI
NAPOLEONE COZZI