Gruppo Alpinisti Rocciatori e Sciatori - GARS

Gruppo Alpinisti Rocciatori e Sciatori - GARS

Facebook 
Gruppo Alpinisti Rocciatori e Sciatori - GARS

Attività

Corsi

Escursioni

Competizioni

Attività

Il GARS (Gruppo Alpinisti Rocciatori, Sciatori) della Società Alpina delle Giulie, organizza periodicamente dei “raduni” sia estivi che invernali per arrampicare tutti assieme in montagna. I singoli soci, più o meno ogni weekend, organizzano le loro uscite “non istituzionali” in montagna e i loro allenamenti infra-settimanali sulle falesie triestine; è possibile prendervi parte aderendo al gruppo Whatsapp. Buona parte dei componenti della Scuola di Alpinismo “Emilio Comici” fanno parte del GARS.

Il GARS periodicamente ha organizzato ed organizza spedizioni alpinistiche internazionali. Si invitano i soci dell’Alpina ma anche i non-soci, i cosiddetti “battitori liberi” appassionati di attività alpinistica, ad aderire al G.A.R.S. in modo da poter far gruppo, divertirsi e trovare nuovi potenziali compagni di cordata per le prossime uscite.

ll gruppo si ritrova alle volte il giovedì, nelle belle giornate primaverili ed estive, dalle 17.30 in Napoleonica per arrampicare.
Dispone di attrezzature alpinistiche che possono essere prese in prestito dai soci e per le quali è necessario rivolgersi al magazziniere.
Il gruppo dispone anche di una piccola paretina di arrampicata in sede usufruibile dai soci.
Nella saletta riservata al gruppo presso la sede della Società Alpina delle Giulie sono a disposizione volumi (principalmente guide alpinistiche) e riviste per la consultazione ed eventuale prestito.

Per informazioni contattare Stefano Figliolia al 338 8818887.

Relazione attività GARS 2016

“Vogliamo fortemente che gli Alpinisti Triestini bramino di entrare nel nostro Gruppo, punto di riferimento e orgoglio della Società Alpina delle Giulie”

Con questo spirito, che ricalca probabilmente quello di Emilio Comici e degli altri fondatori del GARS nel 1929, e con questo “alto” intento per l’anno 2017, si è concluso il 2016 del nostro gruppo.

Il nuovo consiglio direttivo eletto vede, quale reggente del Gruppo, Siro Cannarella, segretario Stefano Figliolia (nuovo ingresso di fine anno nel gruppo), magazziniere Stefano Zaleri, e consiglieri Paolo Pezzolato e Gianpaolo Rosada, che, con il loro operato, e il contributo dei soci tutti, vogliono riportare il Gruppo almeno in parte ai fasti passati.

Momento “topico” del Gruppo è stato il CONVEGNO 2016 del GARS, e, anche se eravamo in pochi, siamo riusciti ancora a trascorrere dei bei momenti in compagnia e ad arrampicare assieme nella bella zona dei Cadini di Misurina con base il Rifugio Città di Carpi. Abbiamo arrampicato sul Col di Varda la via Comici e sui Cadini, la via Dulfer al Campanile Dulfer, la via Quinz alla Ettvos e la via Maraja. Contiamo che il prossimo raduno sia più numeroso.

Sono forse un po’ mancati nell’anno dei momenti di aggregazione del Gruppo, che ci ripromettiamo di proporre per l’anno 2017, così come ci siamo dati come obiettivo per gli anni a venire di aumentare il numero di soci attivi, “iniettando” nel gruppo, nuova “linfa vitale”.

Nell’anno 2016 l’amore e la passione dei soci per la natura e “l’Alpe” e l’avventura, si sono “trasformate” in attività del Gruppo, che è andata, dalle belle e comunque remunerative, arrampicate in falesia a quelle facili in montagna, al conseguimento di vie e raggiungimento di vette decisamente più impegnative sia dal punto di vista tecnico, che fisico e mentale sia in ambiente invernale che estivo.

Tra le attività non “comuni” dei normali alpinisti, rientra l’apertura di nuove vie. È qui che come GARS annoveriamo alcuni dei più “forti e famosi” apritori di vie sia sportive che alpinistiche la cui la fama ha varcato, in alcuni casi, non solo la ristretta cerchia di alpinisti locali, ma anche i confini nazionali e che anche quest’anno non si sono smentiti nella loro insaziabile sete di apertura: da Paolo Pezzolato (detto Fossile o Fox) e Sara Gojak, inseparabili compagni “di viaggio” nella vita e sulle montagne, specializzati in vie a spit di stampo moderno con ben 21 nuove vie, con sviluppo fino a 220 metri, che vanno dalle classiche zone arrampicatorie dell’Istria, passando per la zona del Biokovo in Croazia, al Monte Peralba e alla zona di Maltatal in Austria, all’accademico CAAI Mauro Florit che ha aperto 2 nuove vie a spit di difficolta 7a+ in Sardegna e nel gruppo del Canin sul Bilapec, a Siro Cannarella che con Pezzolato e Gojak ha partecipato all’apertura di una via in Maltatal e che con Gian Rosada ha aperto un’altra via nel gruppo del Coglians.